SCIARE A FORNI DI SOPRA

Dolomiti Friulane

Nuova partnership per la promozione turistica

Nasce una nuova partnership per una promozione turistica condivisa del territorio montano della Carnia da Forni di Sopra a Sauris, Sappada, e Zoncolan.

I Consorzi e Reti turistiche della Carnia e di Sappada “SilentAlps” di ArtaTerme, “Dolomiti in tutti i sensi” di Forni di Sopra, “Sappada Dolomiti Turismo”, “ReteSauris-Zahre” e “VisitZoncolan” di Sutrio/Ravascletto e la rete di accoglienza Carnia Holidays hanno avviato, nelle settimane scorse, un dialogo per una promozione turistica condivisa del territorio montano della zona centro occidentale della regione.

alpine pearl forni di sopra dolomites

Obiettivo degli incontri svoltisi in remoto, è quello di coordinare iniziative volte a rafforzare le attività di marketing turistico attraverso interventi da breve e medio/lungo termine che prevedono la realizzazione di interventi di macro programmazione e commercializzazione, la strutturazione di un prodotto turistico che veda coinvolte tutte le località partecipi, e la gestione dei rapporti istituzionali.

Mettendo a punto queste iniziative il gruppo di lavoro intende conferire maggiore attrattività ad un’area montana estesa, che parte dallo Zoncolan e arriva fino alle Dolomiti di Forni di Sopra la cui ricchezza, riferiscono i presidenti dei consorzi e reti di impresa turistiche coinvolti nel progetto, è data dalle tante caratteristiche esclusive di ogni realtà montana coinvolta, partendo dalla sua storia e tradizione fino alla diversità morfologica e alle bellezze naturalistiche.

Le realtà consortili rappresentano nello specifico 200 attività turistiche, non solo ricettive ma anche commerciali e pubblici esercizi dei Comuni di Sappada, Forni di Sopra con l’area del Parco Dolomiti Friulane, Arta Terme, Sauris, Sutrio, Ravascletto, Zuglio, Tolmezzo, Paularo, Paluzza, Forni Avoltri, Cercivento, Ravascletto, Comeglians, Ovaro, Raveo e l’area del Lago dei tre Comuni.

Il gruppo di lavoro renderà formale a breve la costituzione di un ente giuridico, atto a rappresentare tutte le parti coinvolte che, in sinergia con PromoTurismo FVG, saranno in grado così di ottimizzare l’attività di promo - commercializzazione svolta ad oggi dall’ente regionale e da ogni singola realtà territoriale.

Ed è grande l’entusiasmo manifestato dai rappresentanti dei consorzi protagonisti di questo primo progetto di promozione turistica della montagna riferito ad un’area così ampia: “La Rete Sauris-Zahre auspica che da questa esperienza possano nascere nuove proposte di turismo sostenibile, anche ad alta esperienzialità, che incontrino le esigenze nate dopo la pandemia” dichiara Stefano Petris, Assessore attività produttive del comune di Sauris e membro della Rete Sauris-Zahre.

“Con questo progetto vogliamo puntare sulla crescita turistica e dell'indotto sul territorio delle Alpi e Dolomiti friulane affinchè il territorio possa guardare al turismo come forma di sviluppo e sostentamento primario” sono le parole di Chiara Gortani, presidente di Silent Alps, a commento della strada intrapresa.

“Forni di Sopra auspica vengano valorizzati i brand evidenziati da Montagna 365 (nrd progetto di PromoTurismo FVG) fra cui le Dolomiti” sono le parole di Maurizio Ferigo, presidente della rete di impresa di Forni di Sopra.

“Vogliamo dimostrare la volontà del nostro territorio di promuoverci in una logica di territorio, e non solo di località: siamo convinti che un’area montana come quella che parte dallo Zoncolan e arriva fino alle Dolomiti, sia di una ricchezza inestimabile e che vada promossa e venduta, da noi stessi in primis, per questo suo valore” commenta il progetto Silvio Ortis, presidente della rete Visit Zoncolan".

Oltre ai consorzi e reti di impresa della Carnia, del progetto unitario è coinvolta anche la realtà consortile di Sappada, il cui presidente Fabrizio Piller Roner dichiara “Unendoci alla Carnia, nella promozione e vendita del nostro prodotto turistico, saremo in grado di raggiungere importanti obiettivi di sviluppo economico del territorio montano del Friuli Venezia Giulia”.