NUOVA GESTIONE IN CASERA TARTOI

La casera Tartoi ha riperto al pubblico.

La nuova gestione ha ristrutturato una delle malghe più amate di Forni di Sopra e riaperto le porte ad escursionisti e Mountain Bikers.

La casera Tartoi sorge a 1711 metri di quota in una magnifica conca alpestre soleggiata e compresa tra le pendici del monte Piova e del monte Tiarfin con vista sulle Dolomiti Friulane, dispone di cucina e camere. Ad accogliervi troverete Roberta, Sebastiano e Girolamo, una famiglia veneta con molta esperienza nella gestione di rifugi di montagna.

gestori casera Tartoi Forni Di Sopra

 

Per informazioni e prenottamenti è possibile accedere al sito:  rifugiocaseratartoi.it

 

MALGA TARTOI Forni di Sopra

 

COME RAGGIUNGERE MALGA TARTOI:

Dalla malga Varmost: Durante la stagione estiva è possibile salire in seggiovia dino alla malga Varmost per poi proseguire verso est lungo il sentiero CAI n.211 che, superando il costone, immette nella vallata di malga Tratoi. La casera è raggiungibile con una camminata di 30 - 40 minuti.

Da Forni di Sopra: si imbocca la via che parte dalla Piazza Centrale di Vico (mt.907): il divieto di transito che si trova proprio all’inizio del percorso obbliga a lasciare le autovetture in paese. La strada forestale, contrassegnata dal n° C.A.I. 208, sale direttamente alla malga Tartoi che si raggiunge comodamente in circa 2.30 ore con un dislivello in salita di mt. 804. Fare attenzione che a circa mt.1500 di quota si lascia a destra il tratto che porta alla malga Tragonia, proseguendo diritti in direzione Nord. Il tracciato é adatto anche agli appasionati di Mountain Bike e, d'inverno, Ciaspole e sci da alpinismo, leggi....
Volendo si può seguire a tratti il vecchio sentiero che, partendo dai tornanti del colle "Duviès", offre altre emozioni ovvero una variante per il rientro.

Da Casera Razzo: lungo la statale a monte della casera (mt.1739) si imbocca il sentiero n° 208 che sale i pascoli del "Col Marende" fino alla retrostante forcella (mt. 2003), poco più sù si imbocca decisamente il canalone che porta a mt. 2290 di "Forca Rossa", da qui si scende il vallone sovrastato dal "Crodon di Tiarfin" fin oltre le sue propaggini Ovest, dove girando a sinistra (mt.1994) si supera la discesa e lungo ameni pascoli e scorci panoramici si raggiunge la malga. Ore 3.30

Dal Rifugio ten. Fabbro: si risale per sentiero non segnato la dorsale di fronte al rifugio seguendo la sciovia. A quota 2000 si entra nella Val Larga costeggiando il Tudaio di Razzo per poi risalire all'ampia e panoramica Forcella Naiareit (mt.2120). Da qui si scende per magnifici prati sino all'infossatura a intercettare il segnavia 208 che ci porta in casera. Ore 3.00

Read 1194 times