ithrcsenfrdehuplsrsksles

Le origini di Forni di Sopra

Super User

Super User

Domenica, 22 Gennaio 2023 21:10

Gare EYOF 2023, guarda i VIDEO

Forni di Sopra ha accolto i giovani di EYOF 2023 arrivati nelle Dolomiti Friulane da 15 nazioni europee.

Gli 80 giovani sci alpinisti, dai 14 ai 18 anni, da martedì 24 a venerdì 27 gennaio 2023, hanno partecipato alle gare di Sci Alpinismo del Festival olimpico della Gioventù Europea.

Video sintesi delle gare Eyof 2023

 

EYOF SKI MOUNTAINEERING TEAMS

I ragazzi, con i rispettivi accompagnatori provengono da 15 nazioni: Andorra, Austria, Cechia, Francia, Germania, Italia, Norvegia, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia. Foto in piazza Centrale alla presentazione ufficiale delle squadre.

Il programma delle gare prevede: 

Martedì 24 gennaio: Sprint race dalle ore 10:30
Mercoledì 25 gennaio: Mixed Relay a squadre dalle  ore 10:30
Venerdì 27 gennaio: Individual race  dalle ore 9:00
 

RACE STREAMING LIVE CHANNEL: https://eoctv.org/live/


 

 

RISULTATI E CLASSIFICHE EYOF 2023 Ski Mountaineering Forni di Sopra

 

EYOF SPRINT RACE 23-01-2023:
L’Italia si conferma nazione guida nello sci alpinismo. Nella prima gara in assoluto agli Eyof, sulle nevi di Forni di Sopra, arriva la doppietta nella sprint maschile con la medaglia d’oro di Erik Canovi e il bronzo di Martino Utzeri. «È chiaro che le medaglie siano un segnale importante – spiega il direttore tecnico della nazionale Fabio Meraldi – ma mi piace sottolineare come ci sia stato un grande lavoro di squadra con tutti i ragazzi e le ragazze presenti. Il movimento giovanile c’è ed è una certezza per il nostro futuro. Vorrei per questo ringraziare tutti gli sci club e i comitati regionali che si stanno spendendo in questa direzione. I due ragazzi sul podio arrivano dalle Alpi Centrali dove Ivan Murada sta facendo un grande lavoro».
Argento per il tedesco David Giost. In campo femminile sul podio spazio per tre nazioni emergenti in questa disciplina. Oro alla Spagna con Laia Selles, argento per la norvegese Main Inderrgaard e bronzo per la ceca Eva Matejovicova.
 
Foto dei vincitori gara SPRINT ai Giochi EYOF 2023 Ski Mountaineering Forni di Sopra 
 EYOF 2023 print race winners
 
EYOF 2023 print race winners f
 
 
EYOF MIXED RELAY RACE 24-01-2023:
A Forni di Sopra seconda giornata di gare per lo sci alpinismo con la staffetta mista sprint. L’Italia si conferma grande protagonista e interprete di questa specialità conquistando il bronzo alle spalle della Spagna (oro) e del team elvetico.
Risultati:
First place for SPAIN TEAM: SELLES SANCHEZ Laia and FENOLL FERNANDEZ Miguel, second place for SWITZERLAND TEAM: POLLINGER Lynn, PHARISA Mathieu, third place for ITALIAN TEAM: BERTOLINA Melissa and CANOVI Erik.
 
EYOF 2023 SKI MOUNTAINEERING MIXED RELAY WINNERS
 

INDIVIDUAL RACE 27-01-2023:
Terzo giorno di gara a Forni di Sopra con l'ultima sfida degli EYOF 2023 di Sci Alpinismo: la gara individuale mass start,  la più dura per i giovani atleti skialpers arrivati sul Varmost da 15 nazioni per la loro prima olimpiade. Vittoria femminile per SELLES SANCHEZ (secondo oro in queste olimpiadi giovanili) secondo posto per la norvegese MALIN INDERGAARD (secondo argento agli EYOF 2023) e terzo per l'italiana MELISSA BERTOLINA. Tra i maschi vittora con ampio margine per l'azzurro ERIK CANOVI, secondo posto per un altro azzurro della squadra italiana MARCELLO SCARINZI, terzo posto per l'austriaco SILVANO WOLF.
 
INDIVIDUAL RACE 2023 SKI MOUNTAINEERING FORNI DI SOPRA PODIUM F
 
INDIVIDUAL RACE 2023 SKI MOUNTAINEERING FORNI DI SOPRA PODIUM M
 
Tutte le gare si sono svolte sulla pista V2 del comprensorio sciistico del Varmost opportunamente preparata dai tecnici e dai volontari della Società Sportiva Fornese con il supporto di PromoTurismoFVG. 
 
 
 
Teams at the opening event:
 Foto: Gilberto Baschiera - Severino De Monte
 
Lunedì, 09 Gennaio 2023 22:42

Alex Perissutti Campione Italiano

Il giovane fornese Alex Perissutti si è aggiudicato il titolo italiano ai Campionati Italiani di Biathlon.

 

 Alex Perissutti biathlonIl 7 gennaio 2023 alla Carnia Arena, nella gara 7.5 km sprint di Biathlon Giovani maschile, Alex Perissutti si è imposto nettamente vincendo l'oro italiano. Gran gara quella del ragazzo allenato dai tecnici della squadra di Comitato Enrico Tach e Giuseppe Piller Cottrer. Nella gara ad inseguimento, disputatasi all'indomani della sprint, Alex ha conquistato anche il bronzo. Per Perissutti si tratta della quarta medaglia tricolore della stagione 2022-2023 nel biathlon, considerando anche le prove estive, ma c’è anche un argento nello skiroll.

 

alex perissutti

Anche nelle precedenti stagioni Alex Perissutti è andato molto vicino al titolo italiano,  vincendo diverse medaglie ai Campionati Nazionali, Nel 2022 ha partecipato con la Nazionale Italiana agli EYOF di Vuokatti (Finlandia) i Giochi Olimpici Giovanili, conquistando un ottimo 5° posto.

alex perissutti ss fornee

L'astro nascente della Società Sportiva Fornese Alex Perissutti è cresciuto sempre con gli sci stretti ai piedi, prima fondista ed oggi biathleta. E' un "figlio d'arte": sua mamma è Stefania D'andrea già campionessa mondiale di Ski-Arc, allenatrice della S.S. Fornese che, assieme a Marco De Santa, ha forgiato i primi anni di attività di altri campioni di Forni di Sopra tra i quali: Daniele Cappellari (Fiamme Oro), Martin Coradazzi (C.S. Esercito) e Asia Patini (Team Robinson).

Buone prove ai Campionati Italiani anche per gli altri giovani biathleti della Società Sportiva Fornese: Cesare Lozza che è anche vincitore di tappa e leader della Coppa Italia, Marco Da Pozzo, Sophia Polo, Sara Romanin, Marika Rupil,  Buoni piazzamenti nella parte alta della classifica anche l'Juniores Fabio Cappellari.

 

Successo per la 2° Edizione del WINTER CHAMPIONS IN FOR, torneo di calcetto a Forni di Sopra.

Il torneo si è svolto nella palestra comunale recentemente riaperta dopo un'importante ristrutturazione.

calcetto palestra fornidisopra 23

 

Forni di Sopra, sabato 7 gennaio 2023, 12 squadre provenienti da tutto il Friuli e dal vicino Veneto si sono affrontate in partite di altissimo livello. Il gioco è stato seguito da numerosi spettatori ed accompagnatori dei giocatori che hanno approfittato della trasferta per godersi una giornata sulle Dolomiti. Il successo è andato alla squadra "Que Miras Bobo" capitanata da Flavio Mazzola, secondo posto per la squadra "Bar Margherita" di Francesco Pupi Mingrone e terzo posto per "i Cinghios" di Tommaso Candotti. Soddisfazione da parte di Gabriele Camilli, il Presidente del Gruppo Ice-Man APS, organizzatore dell'evento in cololaborazione con il Comune di Forni di Sopra, numerosi sponsor e volontari. 

Nelle foto: una fase di gioco e la squadra vincitrice del torneo.

winter champions in for vincitori 2023

 

Sabato, 07 Gennaio 2023 22:32

L'arrivo della Torcia EYOF 2023

Una moltitudine di sportivi a Forni di Sopra per l'arrivo della torcia dei Giochi Olimpici Giovanili. 

Tanto entusiasmo, partecipazione e calore a Forni di Sopra per l’arrivo della fiamma, iconico simbolo di pace e dei valori sportivi. Sabato 7 gennaio la località carnica, circondata dalle splendide Dolomiti Friulane, patrimonio UNESCO, ha voluto organizzare una bella festa per dare il benvenuto alla delegazione del Comitato organizzatore di EYOF2023.

 

FIACCOLA EYOF 2023 forni di sopra

Nella piazza Centrale, piena di gente, si è tenuta la suggestiva cerimonia di accensione del braciere a cui hanno partecipato le istituzioni locali, regionali e nazionali. Il Viaggio della Torcia ha visto come protagonisti, in qualità di tedofori, alcuni rappresentanti delle più importanti società sportive e sci club del territorio, accompagnati dall’immancabile mascotte ufficiale, la marmotta Kugy.

Al benvenuto iniziale del presidente di EYOF2023, Maurizio Dunnhofer e del vicesindaco Lorenzo Antoniutti, si sono unite anche il viceministro della transazione ecologica, Vannia Gava e l’On. Aurelia Bubisutti. Per l’ex deputata tolmezzina i giochi olimpici giovanili rappresentano la realizzazione di un sogno inseguito da anni e che, fra pochi giorni, si avvererà. L’augurio per la Bubisutti è che tutti i giovani atleti partecipanti all’evento possano perseguire i loro sogni, vivendo un’esperienza unica in Friuli Venezia Giulia.

Per il viceministro Vannia Gava, EYOF2023 è un esempio positivo su come si deve fare squadraLa Regione, così come il Governo nazionale, sostengono questo evento sportivo internazionale dedicato ai giovani, con la consapevolezza dell’importante ruolo che questi ultimi hanno per il futuro della nostra società. Il Friuli Venezia Giulia è pronto ad accogliere i 2300 partecipanti al Festival Olimpico della Gioventù Europea, come un’unica comunità, unita e vincente. Un’occasione anche per promuovere le bellezze e le eccellenze di questo territorio.     

A rappresentare il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia è intervenuto il vicepresidente Stefano Mazzolini che, anche in questa circostanza, ha ribadito l’importanza di ospitare manifestazioni sportive internazionali così grandi. EYOF2023 farà conoscere, a migliaia di giovani e ospiti, il nostro territorio e l’intero comprensorio montano su cui il governo regionale ha investito e continuerà a farlo per offrire un’offerta turistica all’altezza nell’arco di tutto l’anno e non solo in termini stagionali.   

Forni di Sopra ospiterà le competizioni dello sci alpinismo, disciplina che vedrà il suo debutto ai giochi olimpici giovanili europei proprio in Friuli Venezia Giulia in occasione di EYOF2023 FVG.

A EYOF2023 FVG, l’evento multi sport dedicato ai giovani dai 14 ai 18 anni, sono attesi 2.300 partecipanti di cui 1300 atleti che gareggeranno nelle 109 competizioni sportive in calendario (21-28 gennaio) delle 14 discipline presenti.

La Torcia, metafora dei valori olimpici e simbolo di quella capacità di riunire, nel nome dello sport, persone di differenti Nazioni, culture, lingue e tradizioni, è arrivata a bordo del truck “Io Sono Friuli Venezia Giulia” in compagnia della Mascotte KUGY.

 

Ph. Gianluca Mariani

FIACCOLA EYOF 2023 forni di sopra a2

FIACCOLA EYOF 2023 forni di sopra a4

FIACCOLA EYOF 2023 forni di sopra
Lunedì, 26 Dicembre 2022 20:14

Solidarietà natalizia per i bambini malati

Natale 2022:

Arriva da Forni di Sopra la solidarietà natalizia per i bambini malati

Gesto carico di umanità per il gruppo Ice-Man Aps di Forni di Sopra e Unarma, associazione sindacale Carabinieri del Friuli Venezia Giulia che hanno preparato dei regali per i piccoli ricoverati all'ospedale Burlo Garofalo di Trieste.

Un Natale triste per tutti i bambini che lo hanno passato in ospedale. Per questo il gruppo Ice-Man Aps di Forni di Sopra e Unarma, associazione sindacale Carabinieri del Friuli Venezia Giulia hanno deciso di fare un gesto di solidarietà e vicinanza. Nella giornata del 23 dicembre hanno consegnato un cospicuo numero di regali all'ospedale Burlo Garofolo di Trieste. Per tutti quei bambini che, purtroppo, devono passare le festività  in uno dei reparti del nosocomio. "I bambini sono il nostro futuro e bisogna fare il possibile per farli crescere al meglio e volergli bene sempre- afferma Gabriele Camilli, in rappresentanza di Iceman e segretario regionale dell'associazione dell'Arma - I regali sono stati consegnati nella giornata del 23 dicembre e sono stai distribuiti grazie alla collaborazione dell'Abc Associazione Bambini Chirurgici del Burlo".

 

regali 5

logo ice man

 

Giovedì, 22 Dicembre 2022 08:17

Apertura piste di discesa

Da sabato 24 dicembre 2022 tutte le piste del Varmost saranno aperte.

Sulla pista più alta della regione lo spessore della neve naturale è di 70 cm, grazie alle temperature rigide di inizio dicembre si è potuto integrare l'innevamento con neve artificiale. 

Promoturismo FVG comunica che tutte le piste del Varmost sono pronte e ben innevate. Anche le piste dei campi scuola  tappeti e sciovia Davost sono aperti, mentre per la pista "Cimacuta"  occorre ettendere l'evoluzione meteo.

Da sabato 24 dicembre è aperto anche il Fantasy Snow Park! guarda il video...

 

SCI FORNI DI SOPRA VARMOST SKI

 

Ski-pass senza aumento di prezzo ! 

L'assessore regionale alle Attività produttive e al Turismo Sergio Emidio Bini nel corso della presentazione della stagione invernale Fvg ha detto: «...la novità forse più importante per sciatori e turisti è legata al mantenimento dei prezzi degli skipass giornalieri che resteranno invariati. Siamo l'unica regione dell'intero arco alpino che non aumenterà i prezzi e questo gioverà sicuramente in termini di concorrenza e di attrattività con un sicuro aumento delle presenze nelle nostre località montane».

Skipass, prezzi bloccati su tutti gli impianti sciistici

Le piste del Friuli Venezia Giulia saranno quelle dove sarà più conveniente sciare. «Questo è possibile - ha rimarcato l'assessore Bini - grazie al fatto che la stagione estiva da record ha portato maggiori ricavi oltre alla oculata politica di gestione dei costi attuata da PromoTurismoFVG. Ma il fattore principale che rende possibile il mantenimento dei prezzi è dovuto al fatto che sono stati siglati contratti energetici a copertura pluriennali con condizioni pre-aumenti e questo consente di risparmiare diversi milioni di euro almeno fino al 31 dicembre di quest'anno». 

Scopri l'inverno a Forni di Sopra in questo video:

Prenota la tua vacanza di sci nelle Dolomiti Friulane

SCOPRI QUI LE OFFERTE

 

Domenica, 07 Novembre 2021 06:17

PARCO DELLE DOLOMITI FRIULANE

PARCO NATURALE DELLE DOLOMITI FRIULANE, sede di Forni di Sopra

Il Centro Visite del Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane di Forni di Sopra si trova in via Vittorio Veneto 1 ed ospita la Mostra "La vegetazione del Parco".

La struttura opera quale laboratorio didattico a carattere botanico, ospitando, tra le altre, mostre temporanee relative a erbe e funghi. Aperta al pubblico tutti i giorni in alta stagione e nei fine settimane in bassa stagione turistica, offre servizi ed informazioni, visite guidate, bookshop, laboratori didattici. La struttura disposta su quattro piani è completamente accessibile grazie ad un ascensore. L'ultimo piano ospita una sala convegni. 

 

Parco dolomiti friulane centro visite forni di sopra

MOSTRA "LA VEGETAZIONE DEL PARCO
Il percorso espositivo conduce il visitatore attraverso i diversi aspetti della vegetazione delle Dolomiti Friulane; si inizia con le informazioni generali relative alla vegetazione degli ambienti montani per arrivare ai complessi ed importanti rapporti storici tra l’uomo e le piante. Sono inoltre presentati anche gli aspetti naturalistici più interessanti come gli adattamenti alle notevoli difficoltà ambientali, gli endemismi e le diverse forme con cui le piante si organizzano in comunità stabili. La struttura opera inoltre quale laboratorio didattico a carattere botanico, ospitando, tra l’altro, mostre temporanee relative ad erbe e funghi. All’ultimo piano della struttura è inoltre presente una sala convegni multimediale. Al Centro visite sono collegati il “Sentiero dei bambini con il percorso sensoriale natura” e “L’orto botanico”, tappe dell'Eco Museo Fornese. L'ingresso è gratuito.

CONTENUTI DELLA MOSTRA

I BIOTOPI FLORISTICI
Un grande mosaico vivente Il paesaggio montano si presenta come un complesso mosaico di comunità viventi differenziati. Ogni comunità occupa uno spazio più o meno ampio che viene detto biotopo. L’insieme dei biotopi floristici determina la fisionomia del paesaggio vegetale.

LA VEGETAZIONE E L’AMBIENTE
È costituita dall’insieme degli organismi vegetali che vivono in un determinato ambiente. In ambiente alpino la vegetazione viene modellata da fattori ambientali come l’altitudine, l’esposizione dei versanti, l’entità delle precipitazioni, la natura delle rocce e così via.

LE FORME DELLA VEGETAZIONE
Le caratteristiche di struttura e di sviluppo degli insiemi vegetali determinano la forma della vegetazione. La vegetazione può essere di tipo erbaceo, arbustivo o arboreo. Nel primo caso prevalgono i prati e i pascoli, nel secondo caso gli insiemi di cespugli e di arbusti, nel terzo caso i boschi e le foreste.

LA VEGETAZIONE NELLE DOLOMITI FRIULANE
Sulle montagne del parco la vegetazione comprende le tre forme strutturali più tipiche: prati e pascoli, arbusteti, boschi e foreste. A queste se ne aggiungono altre dovute alla particolare natura dell’ambiente e all’opera colturale dell’uomo. Nel primo caso si ha, ad esempio, la vegetazione pioniera di tipo rupestre; nel secondo caso si ha invece la vegetazione dei coltivi di fondovalle.

I TIPI DI VEGETAZIONE
Nel Parco delle Dolomiti Friulane prevale la vegetazione forestale. Nel contesto forestale di tipo boschivo più esteso è quello costituito prevalentemente o esclusivamente dal faggio (Fagus sylvatica). Il tipo principale della vegetazione presente è pertanto rappresentato dalla faggeta.

L'ALTITUDINE E LA VEGETAZIONE
Al variare dell’altitudine cambiano i caratteri climatici dell’ambiente. In ambiente alpino ogni 100 m in più di quota corrisponde una variazione climatica di 3 gradi di latitudine. Ne consegue dunque che il clima e la vegetazione delle massime altitudini alpine sono assimilabili al clima e alla vegetazione della tundra artica. La mostra tratta inoltre: la mugheta e il pascolo alpino, la faggeta e il bosco di conifere, il prato falciabile e le pinete.

LE STAGIONI DELLA MONTAGNA
Le stagioni, che nell’ambiente di pianura risultano corrispondenti alla durata fissata dal calendario astronomico, mutano decisamente la durata in relazione all’altitudine. I 250 giorni del periodo vegetativo proprio delle quote inferiori si riducono così a soli 70-100 giorni alle massime altitudini.

LE SUCCESSIONI ECOLOGICHE
I versanti detritici sono oggetto di una incessante opera di colonizzazione da parte delle piante. Le fasi di questo lungo e faticoso processo vengono dette successioni ecologiche. Le fasi sono sostanzialmente tre ed occupano un arco di tempo compreso tra i 20 ed i 50 anni.

GLI ENDEMISMI
Le specie floristiche endemiche vengono suddivise in gruppi geografici (endemismi orientali, endemismi insubrici, endemismi occidentali…). Nel territorio del parco sono presenti numerosi endemismi orientali e, tra questi, anche preziosi endemismi regionali.

GLI ADATTAMENTI
La flora dei ghiaioni
La frugalità che consente alla tenace flora delle pendici detritiche di vivere e perpetuarsi in un ambiente tanto difficile deriva da particolari adattamenti che le varie specie hanno subito nel corso della loro evoluzione. Tra questi la riduzione delle superfici fogliari per limitare la perdita d’acqua per traspirazione, il notevole sviluppo dell’apparato radicale e la capacità di germinare negli strati bui e profondi del brecciaio.
La flora delle rupi
La roccia delle Alpi Meridionali, cui appartengono le Dolomiti Friulane, è di natura calcarea o calcareo-dolomitica. La morfologia delle montagne del parco è caratterizzata da pareti spesso sub-verticali e da rocce più o meno fittamente fratturate da perenni fenomeni di demolizione. L’ambiente rupestre è quindi caratterizzato da forti escursioni termiche, da assenza prolungata d’acqua e da estrema scarsità di substrato fertile.

LE PIANTE D’USO ALIMENTARE E MEDICINALE
L’impiego delle piante per la cura di avversità che affliggono la salute dell’uomo prende il nome di fitoterapia. Si tratta di una pratica antica quanto l’uomo, cresciuta con la cultura umana e profondamente radicata in essa. Le piante cosiddette officinali risultano descritte in trattati o raccolte in erbari da almeno 5000 anni. Anche la cultura popolare propria delle Dolomiti Friulane tramanda conoscenze che riguardano l’uso delle piante selvatiche.

 

LEGGI DI PIÙ SULLE DOLOMITI FRIULANE

 

logo parco dolomiti friulani

Centro Visite del Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane di Forni di Sopra
Mostra "La Vegetazione del Parco"
Via Vittorio Veneto 1
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sabato, 05 Ottobre 2019 20:13

VIGILI DEL FUOCO

LOGO VIGILI DEL FUOCO

 

Distaccamento Vigili del Fuoco Volontari, Forni di Sopra

Il distaccamento ha sede in via Nazionale 123 a Forni di Sopra. 

Responsabile: Ruggero Cappellari
Tel: 3890863184

Sabato, 05 Novembre 2016 19:31

CORO SCHOLA CANTORUM

LOGO SCHOLA CANTORUM CORO

 

Schola Cantorum Fortunato De Santa, Forni di Sopra.

Il Coro Parrocchiale Schola Cantorum è nato nel 1984 raccogliendo una lunga tradizione corale di Forni di Sopra. 

Così scriveva il direttore del coro Vito Maresia a Pasqua 1984: "La passione per il canto, rimasta sopita per troppi anni, rifà capolino a Forni di Sopra e, sembra, con notevole successo. L'iniziativa di alcuni appassionati è stata raccolta da don Marco Visintini, neo Parroco di Forni di Sopra, entusiasta e valente musicista, il quale si è impegnato a fondo nelle prove allo scopo di realizzare qualche opera da presentare all'attento uditorio fornese. Una trentina di coristi, tra uomini e donne formano un gruppo abbastanza omogeneo e frequentano le lezioni ogni sera per tre o quattro volte a settimana. Alcuni provengono dalla vecchia cantoria, altri, più giovani si sono aggiunti al gruppo e, tutti assieme, formano un complesso di appassionati degno di lode. Per ora hanno limitato il program ma, rispolverando due bellissime messe cantate in latino, la prima del maestro Haller, già presentata nel la solennità del S. Natale, e la seconda, in fase di preparazione, del maestro Mitterer, che sarà eseguita alle ore 10.30 nella Chiesa parroc chiale il giorno di Pasqua.
Due esecuzioni che i meno giovani certamente ricorderanno, perché nelle grandi ricorrenze sacre veniva no cantate dalla vecchia cantoria che era formata dalle belle voci di Angelo Leone De Santa «Mene», Mario Conzis «Pek», Lino Comis «Pek», Sebastiano Schiaulini «Bastian», GioBatta Maresia «Sclanfar», Giulio Schiaulini «Gita», Ciro Clerici «Patriarca», Tiziano Cella «Ticiu», Ferruccio Cella «Ucio», Germano Cella «Mano», Romeo Cella «Meo», Giannino Perissutti «Sissar», Mario Perissutti «Mante», Ugo Antoniacomi «Menele», Gianni Perissutti «Geco», Urelio ed Erminio Pavoni «Mio», Nicolino Antoniacomi «Tromba», Pietro Perissutti «Pieri» e tanti altri ancora, diretti dal maestro Luigi Pavoni «Crous» e organista il maestro Sergio De Donà. Gli spartiti di queste due messe furono portati a Forni di Sopra dal la Germania dove trascorse un lun go periodo di prigionia, dopo la prima guerra mondiale, dal «Nane», il signor Angelo-Leone De Santa. Fautori del canto corale, sia per quanto riguarda brani di musica sa cra che profana, villotte friulane e canti alpini in genere, sono stati i sacerdoti che si sono succeduti nel nostro paese, quali i Parroci don Antonio Cescutti, don Angelo D'Ambrosio, don Riccardo Talotti, don Ermanno e don Plos Cappellani e la signora Piniiccia Fabris-De Santa, coadiuvati, sul podio, quali direttori, dai signori Luigi Pavoni, Luigino De Santa e, infine, da Vito Maresia.
Corre l'obbligo per chi scrive, ricordare quella grande figura di uomo e sacerdote, lustro perenne per tutti i fornesi, Monsignor Fortunato De Santa il quale oltre ad aver creato notevoli istituzioni sociali a Forni di Sopra, ha composto alcuni brani, forse inediti, di musica sacra, di mostrando una volta di più la sua grande cultura e intelligenza."

Negli anni successivi ad oggi il coro ha visto decine di cantori avvicendarsi, mantenendo sempre attiva l'attività. Nella direzione del coro Schola Cantorum si sono avvicendati Anna Clerici "Danta", Lorenzo Cappellari "Saco", Valentino D'Andrea "Bizâr" e, l'attuale direttore Simone Cecchini.

In occasione del Santo Natale 2021 i cantori, diretti dal maestro Simone Cecchini, sono convenuti sul fatto che, mancando di un nome proprio al coro, questo dovesse essere intitolato a mons. Fortunato De Santa, parroco di Forni di Sopra e poi vescovo di Sessa Aurunca (CE). Illustre figura per il paese e l'intera Arcidiocesi udinese, mons. De Santa, musicista e compositore amatoriale, si prodigò per la costruzione dell'organo Zanin (restaurato nel 2019) della Chiesa Parrocchiale e per l'istruzione dei cantori formanti la "Cantoria". Compito principale della formazione corale è quello dell'accompagnamento musicale nelle principali solennità dell'anno liturgico, ma diverse volte la "Schola cantorum" si è esibita anche in concerti affiancando sovente il soprano Elizaveta Martyrosian e alcune formazioni orchestrali. Dal 13 ottobre 2019, inoltre, alcuni elementi della nostra Schola Cantorum, guidano l'assemblea nel canto della "Mesa Granda" domenicale (Messa parrocchiale) delle 10.30, e dei Vespri solenni.

Schola Cantorum Fortunato De Santa
Direttore: Simone Cecchini
Tel: 327.5350003

Responsabile: Lorenzo D'andrea
Tel: 320.3428437

Sabato, 05 Novembre 2016 17:45

FAT A AMAN

LOGO FAT A MAN

 

Fat a man, gruppo nato a Forni di Sopra per promuovere e valorizzare i lavori fatti a mano: ricamo, tessitura, lavori a maglia, lavori col legno, pittura, e ogni altra produzione frutto della fantasia e dell'attività manuale.

Referente Sig.ra Maria Ghidina

Pagina 1 di 27

© www.fornidisopra.it | web@fornidisopra.it

P.I. 01962580302